informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come si manifesta il bullismo

Commenti disabilitati su Come si manifesta il bullismo Studiare a Caserta

Sempre più spesso il tema bullismo entra nelle nostre case attraverso episodi di cronaca, ma non solo. È, infatti, possibile che anche chi ci sta accanto sia stata o sia vittima di atti di bullismo, ma per rendersene conto bisogna capire e conoscerne le dinamiche.

Il fenomeno bullismo riguarda una serie di comportamenti di prevaricazione e sopruso, perpetrati nel tempo, attuati da un bambino o adolescente, o da un gruppo di questi, ai danni di una o più vittime.

Questo si verifica ogni qual volta uno studente viene esposto ad azioni offensive, ripetute nel tempo, a opera di uno o più compagni.

Analizziamo i diversi protagonisti degli episodi di bullismo:

  • il bullo: un bambino/ragazzo forte e popolare, ha bisogna di potere e autoaffermazione, usa la violenza per ottenere vantaggi, ha poco autocontrollo, è impulsivo, manca di empatia e consapevolezza delle conseguenze, non manifesta sensi di colpa;
  • la vittima: può essere passiva, ossia un bambino/ragazzo più debole rispetto alla media dei coetanei, ansioso, insicuro, sensibile, tranquillo, con poca autostima e un’opinione negativa di se stesso. Preso di mira per una caratteristica particolare rispetto al gruppo, ad esempio religione, aspetto fisico, orientamento sessuale, si vergogna delle prepotenze subite e non riesce a denunciarla. Oppure provocatrice, ossia un bambino/ragazzo che ricerca l’attenzione del bullo attraverso comportamenti fastidiosi e il cui atteggiamento è il risultato della combinazione di ansia e aggressività;
  • gli osservatori: bambini/ragazzi che assistono o sono a conoscenza degli episodi di bullismo. Non intervengono per paura o indifferenza. Il loro atteggiamento nei confronti delle prepotenze può favorirle o frenarle.

Gli elementi caratteristici che aiutano a capire che ci si trova in presenza di atti di bullismo sono:

  • i protagonisti: generalmente bambini e ragazzi in età scolare;
  • l’intenzionalità: atti di violenza, molestie e aggressioni sono messe in atto dai bulli per provocare sofferenza alla vittima e per il proprio divertimento;
  • la persistenza nel tempo: le azioni di bullismo si ripetono per settimane, mesi e anni;
  • l’asimmetria nella relazione: età, forza, genere e popolarità rappresentano i possibili motivi di squilibrio di potere tra chi compie e chi subisce l’azione;
  • l’incapacità di difendersi della vittima, che teme le possibili vendette.

Due le tipologie di manifestazione del bullismo:

  1. bullismo diretto: attacchi espliciti, fisici e/o verbali, nei confronti della vittima;
  2. bullismo indiretto: esclusione della vittima dal gruppo di pari, diffusione di calunnie e pettegolezzi sul suo conto, danneggiamento dei suoi rapporti di amicizia.

Quando tali azioni si concretizzano su internet si parla di cyberbullismo, uno dei rischi legato ad un uso improprio di questo strumento, che merita una ulteriore analisi.

Cos’è il cyberbullismo?

Il confine tra vita online e vita offline, soprattutto per i giovani che crescono immersi nelle nuove tecnologie, è sempre più labile.
Le attività svolte con i media digitali dai ragazzi hanno conseguenze anche nella vita reale; le vite online influenzano i comportamenti offline e ciò è da tenere presente per capire a fondo il cyberbullismo.

Il fenomeno del cyberbullismo si definisce come l’uso delle tecnologie per molestare, mettere in imbarazzo, escludere, far sentire a disagio altre persone.

Tutto ciò si concretizza attraverso i nuovi media:

  • social network;
  • chat sincrone;
  • messaggi;
  • giochi online;
  • siti di domande e risposte;
  • forum online;
  • telefonate e videochiamate.

ragazze e cyberbullismoE in diverse modalità:

  • postando o diffondendo immagini e video, vere o false, fonte di imbarazzo;
  • condividendo pettegolezzi attraverso chat, social network e mail;
  • insultando la vittima mediante blog, social network, chat e mail;
  • minacciandola fisicamente attraverso i vari media;
  • creando profili falsi o rubando l’identità delle vittime per danneggiare la loro reputazione.

Gli elementi che caratterizzano il cyberbullismo, differenti in parte da quelli del bullismo, sono:

  • pervasività e accessibilità: la vittima può essere raggiunta in qualsiasi momento e luogo;
  • mancanza del feedback: il cyberbullo, non vedendo la reazione della vittima, non è consapevole delle conseguenze delle proprie azioni;
  • persistenza: il materiale offensivo rimane a lungo disponibile online;
  • spettatori illimitati: la diffusione in rete non avviene in maniera controllata;
  • moltiplicazione dei cyberbulli: si diventa complici semplicemente condividendo i contenuti generati dai cyberbulli;
  • sottovalutazione: i ragazzi ritengono gli adulti non in grado di capire la reale portata dell’online.

Fondamentale la prevenzione per contrastare e arginare tali forme di violenza. Non può esistere prevenzione senza però educazione, soprattutto perché ci si relaziona con i nuovi media, in costante evoluzione.
Questa è l’esigenza da cui prende origine il master online in bullismo e cyberbullismo attivato dall’Università telematica Niccolò Cusano.

Il Master in Bullismo e cyberbullismo: studi e tecniche di intervento e prevenzione

Unicusano offre un percorso di 1500 ore, disponibili sulla piattaforma e-learning, per approfondire le conoscenze relative a uso e abuso di internet da parte di bambini e ragazzi, e per acquisire:

  • nozioni sulla psicologia relativa ad adolescenti e nuovi media;
  • strumenti diagnostici e terapeutici.

Il master si rivolge a docenti, dirigenti scolastici, assistenti sociali, educatori e medici e ha come obiettivo la formazione di professionisti, del settore pubblico e privato, in grado di mettere in atto politiche di informazione e prevenzione.

Conoscenze e competenze acquisite saranno certificate da un diploma, rilasciato dopo il superamento della prova finale.

Se sei interessato al master consulta il sito unicusano o contattaci al numero 06.456783.63.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali