informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come vestirsi per un concorso pubblico? Idee e consigli utili

Commenti disabilitati su Come vestirsi per un concorso pubblico? Idee e consigli utili Studiare a Caserta

Sei in cerca di consigli su come vestirsi per un concorso pubblico?

Se devi affrontare un test scritto o un colloquio orale di un concorso e ti stai chiedendo quale sia l’abbigliamento più adatto per un’occasione del genere, in questa guida troverai dei consigli utili per apparire al top.

Un detto molto saggio recita: “Non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione”. Niente di più vero. Per questo è importante mostrarsi al meglio, lasciare che il proprio abbigliamento dica qualcosa di te, della tua personalità, ma anche e soprattutto della cura che riponi nei tuoi confronti e nei confronti degli altri. L’abbigliamento che scegli per presentarti ad un concorso comunicherà al tuo interlocutore quanto sei preciso, ordinato e affidabile. È molto importante avere un aspetto professionale: se ti presenterai vestito in modo troppo informale, sarai fuori luogo e darai l’impressione di essere poco scrupoloso.

Scegli accuratamente il tuo outfit per dimostrare di avere qualcosa in più rispetto agli altri candidati. Il look giusto ti permetterà di gestire un colloquio con sicurezza.

LEGGI ANCHE – Domande da fare a fine colloquio: ecco cosa chiedere per togliersi ogni dubbio.

Come vestirsi per un concorso pubblico: il dress code per apparire al meglio

Se per presentarsi ad un colloquio relativo ad una mansione da privato, da libero professionista o da creativo, sono concessi look più casual e in certi casi addirittura stravaganti, vestirsi per un concorso pubblico significa scegliere un look formale e piuttosto elegante.

In questo articolo ti consiglieremo il dress code adatto per fare una buona figura in una situazione ufficiale.

Concorso pubblico: le regole da seguire per fare una buona impressione

Quando si parla di abbigliamento per un concorso pubblico, la parola d’ordine è sobrietà.

Cerca di coniugare praticità, eleganza e stile. Perché è importante apparire eleganti e ben curati, ma è altrettanto importante scegliere un abbigliamento che ti faccia sentire a tuo agio, che sia cioè comodo e funzionale. I concorsi pubblici mettono sempre un po’ di ansia e di tensione, per cui è fondamentale scegliere dei tessuti confortevoli, degli abiti che non stringano, che siano facili da indossare e piacevoli sulla pelle.

Anche la scelta dei colori è importante: prediligi i colori neutri ed evita, al contrario, tonalità sgargianti. Mentre i colori troppo caldi, infatti, possono risultare eccessivi, colori neutri quali grigio, nero e bianco (ma mai in total look) trasmettono all’interlocutore precisione, affidabilità e prudenza nelle scelte.

Non fermarti all’abito: seleziona con cura gli accessori e scegli bene anche la pettinatura e, nel caso delle donne, il trucco, che devono essere adatti a una situazione ufficiale. Per non aumentare lo stress, ti consigliamo di pianificare il tuo outfit il giorno prima.

LEGGI ANCHE – Diritti del lavoratore: quello che devi sapere.

Look da uomo per un concorso pubblico

Iniziamo con i consigli su come vestirsi per un concorso pubblico se sei un uomo. Ecco alcuni consigli sull’abbigliamento maschile per l’occasione.

  • Scegli una giacca di colore uniforme, preferibilmente scura (il grigio è il blu sono un passepartout in questi casi), che caschi bene sulle spalle;
  • Non rinunciare mai alla camicia: scegline una con una perfetta vestibilità, rigorosamente a maniche lunghe e ben stirata;
  • Ricorda che ogni capo deve essere della lunghezza giusta e non deve presentare pieghe o grinze;
  • Indossa una cravatta in tinta con la giacca: a tinta unita o al massimo con piccolissimi disegni, e fa’ attenzione ai nodi allentanti o troppo importanti. No a cravatte buffe o troppo vistose, sì a colori e motivi semplici;
  • Fa’ attenzione ai dettagli: prediligi accessori eleganti e non eccessivamente vistosi: sì ad un bell’orologio o a un paio di gemelli, da evitare bracciali e orecchini;
  • Scegli scarpe eleganti, pulite e non rovinate e ricorda di indossare sempre la cintura, che va abbinata alle calzature;
  • Non trascurare barba e capelli e ricordati di fare un salto dal barbiere qualche giorno prima. I capelli corti e la barba rasata trasmettono inevitabilmente un maggior senso di ordine e di cura;
  • Non esagerare con la quantità di dopobarba e profumo.

Indicazioni simili a come vestirsi per un colloquio da uomo.

Concorsi al femminile: outifit da donna

Passiamo adesso ai consigli al femminile su come vestirsi per un concorso pubblico.

Se sei una donna, la scelta più azzeccata resta il tailleur. Con gonna o con pantaloni, l’importante è esprimere classicità ed eleganza. Va benissimo anche uno spezzato, con un blazer o un cardigan portato su una camicia o su un top elegante. Scegli sempre dei pantaloni modello regular, a palazzo o a sigaretta, evitando zampe e vita e cavallo troppo basso.

La gonna deve arrivare al ginocchio: evita gonne troppo corte e collant troppo chiari o trasparenti in inverno e scegli scarpe poco vistose. Assolutamente proibite sneakers o scarpe da ginnastica, infradito, ma anche zeppe e tacchi vertiginosi.

Sì ad abiti lunghi e morbidi, con gonne longuette e a tinta unita. No ad abiti stretch o troppo attillati.

Evita scollature troppo profonde e abiti trasparenti. Anche in questo caso, non esagerare col profumo, potrebbe non essere gradito.

I capelli possono essere portati sciolti, ma devono sempre avere un aspetto ordinato: per questo ti consigliamo di portarli raccolti in maniera elegante. Anche le mani devono essere curate, prediligi uno smalto di colore chiaro o neutro.

Indossa accessori sobri e di buon gusto: meglio evitare collane e in generale gioielli troppo vistosi, ti daranno un aspetto poco di classe.

E con questo, la guida Unicusano su come vestirsi per un concorso pubblico, adesso è davvero completa. Non rimane che prepararsi.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali