informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare un volontario? I passi da seguire

Commenti disabilitati su Come diventare un volontario? I passi da seguire Studiare a Caserta

Vuoi diventare volontario per fare esperienza e, allo stesso tempo, fare qualcosa di bello e utile per gli altri?

Si tratta di una scelta molto ammirevole e, per questo, abbiamo scelto di darti una mano. In questo articolo, infatti, ti guideremo passo dopo passo su quali sono i passaggi da fare per raggiungere il tuo obiettivo.

Le possibilità per mettersi in gioco nel Terzo Settore sono tante: da chi assiste i bambini o gli anziani a chi si occupa di Protezione Civile piuttosto che di Cooperazione Internazionale.

Vuoi saperne di più? Molto bene, allora non perdiamo tempo ed entriamo subito nel merito di come diventare volontario. Buona lettura.

LEGGI ANCHE: Che cos’è la pedagogia: quello che devi sapere

Come fare volontariato: tutto quello che devi sapere

Nei paragrafi che seguono, vedremo dunque come diventare volontario e in quali ambiti o mansioni è possibile farlo. Quello del sociale, infatti è sempre un settore dinamico e in grado di offrire ampie prospettive di crescita. Sia dal punto di vista umano, ma anche da quello delle competenze e quindi, direttamente o indirettamente, professionale.

Volontariato in Italia: settori e opportunità

Le possibilità per entrare come volontario o professionista nel terzo settore non mancano di certo, ma sono abbastanza diverse fra loro. Anche per via della diversità che contraddistingue la natura delle varie organizzazioni no profit: dalle onlus agli enti di promozione sociale fino alle cooperative. Dalla Croce Rossa alla Protezione Civile, dalla Caritas alle piccole associazioni territoriali. Ma anche forum, istituti religiosi o fondazioni di vario genere.

Un’ottima opportunità offerta ai giovani è quella relativa al Servizio Civile: una vera palestra di vita e, per molti, un primo approccio con il mondo del lavoro. Menzione d’onore anche per i tanti cooperanti che decidono di partire per fare volontariato in Africa o in altri territori in difficoltà.

Oltre a questo genere di volontari, inoltre, tra le figure più avanzate ricercate in questo settore troviamo assistenti sociali, educatori, psicologi, sociologhi, operatori socio-sanitari, addetti all’assistenza personale e domiciliare, tecnici dell’inserimento e dell’integrazione sociale, mediatori culturali, comunicatori sociali.

Volontario protezione civile: requisiti

A questo punto, ti starai probabilmente chiedendo: ma come diventare volontario, ad esempio, di protezione civile?

Per fare volontariato a supporto delle istituzioni che coordinano gli interventi, è necessario essere iscritti ad una delle organizzazioni di volontariato inserite nell’elenco delle associazioni di protezione civile nazionale o negli elenchi territoriali. Questi sono consultabili presso la Regione o la Provincia autonoma nella quale si intende svolgere l’attività di volontariato o sul sito della Protezione Civile Nazionale. Su quest’ultimo è possibile anche comprendere meglio il volontario protezione civile cosa fa.

I regolamenti delle varie associazioni possono prevedere requisiti, adempimenti o limitazioni particolari (ad esempio requisito maggiore età ai fini dell’iscrizione o, di contro, età massima protezione civile).

Come diventare volontario Caritas e Croce Rossa

Ed eccoci ad un altro degli esempi più ricercato quando si fa riferimento a come diventare volontari.

La Croce Rossa, la Caritas Italiana e Diocesana gestiscono spesso reti impegnate nel sociale, come strutture di accoglienza per donne con bambini, case famiglia, comunità disponibili ad accogliere volontari. Basta contattare queste realtà per sapere dove è possibile svolgere questo servizio.

Diversi anche i momenti di formazione organizzati da questi enti, al fine di trasmettere le competenze necessarie, tenere viva la motivazione, favorire il confronto e promuovere percorsi di prossimità.

Le migliori lauree per lavorare nel terzo settore

Fin qui abbiamo parlato di come diventare volontario. Ma per svolgere mansioni professionali avanzate e delicate, anche nel sociale, è importante essere in possesso di determinate competenze.

In questo settore Unicusano rappresenta una vera e propria eccellenza. Tra i vari corsi previsti nella nostra offerta formativo, infatti, trovano ampio spazio corsi di laurea come:

  1. Scienze dell’Educazione e della Formazione – Curriculum Cognitivo Funzionale. L’ideale se vuoi formarti come operatore socio-pedagogico in grado di seguire bambini da 0 a 6 anni di età;
  2. Scienze dell’Educazione e della Formazione – Curriculum Pedagogico Sociale. Stesso percorso di base del corso precedente, ma orientato a gestire processi di reinserimento sociale di soggetti in difficoltà.

Ma anche Master universitari come:

  1. Mediazione interculturale. Competenza molto richiesta da enti non governativi e Onlus. Che presuppone capacità negli ambiti legati alla psicologia sociale, l’antropologia, la gestione e risoluzione dei conflitti, il diritto giuridico nazionale e internazionale, giornalismo interculturale e delle lingue;
  2. Metodi e tecniche per l’integrazione dei diversamente abili. Basata sulla cultura dell’inclusione delle persone con disabilità o con ritardi socio-cognitivi ed affettivi;
  3. Tecniche di prima accoglienza – Il ruolo dell’operatore di strutture residenziali a carattere comunitario. Il Master migliore se vuoi diventare una figura in grado di operare in tutti gli ambiti riguardanti l’accoglienza;
  4. Gestione delle crisi umanitarie – Prevenzione dei conflitti e processi di ricostruzione post conflitto. Vuoi essere un esperto della normativa e della prassi di riferimento nella gestione delle crisi umanitarie e della ricostruzione post conflitto? Ricoprire ruoli importanti in organizzazioni non governative? Allora questo master è fatto su misura per te.

E con questo, almeno per il momento è tutto: la nostra guida su come diventare volontario adesso è davvero completa.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali