informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa fare a Pasquetta a Caserta: idee e itinerari

Commenti disabilitati su Cosa fare a Pasquetta a Caserta: idee e itinerari Studiare a Caserta

Stai cercando idee su cosa fare a pasquetta a Caserta?

Che tu sia un’amante dell’avventura o un appassionato di cultura, in questo articolo troverai tante idee ed itinerari, su come trascorrere da solo o in compagnia questa giornata.

Vuoi sapere quali? Allora preparati, stiamo per partire dai borghi medievali per arrivare fino alle aree naturali, con tanto di soste per allietare il palato dei più golosi.

Un viaggio alla ricerca dei luoghi più belli ed interessanti del capoluogo della Campania. Perché le opzioni per passare una pasquetta indimenticabile sono molteplici. Andiamo a scoprirle insieme.

LEGGI ANCHE – Menu pasquale semplice: ecco i piatti da  mettere a tavola.

Idee pasquetta: dai musei alla cucina

Nei prossimi paragrafi stileremo per te una lista dei monumenti, parchi, musei ed attrazioni che allieteranno la tua giornata. Così potrai scegliere nel migliore dei modi cosa fare a Pasquetta a Caserta. Buona lettura.

Musei e monumenti a Caserta

Iniziamo questo nostro viaggio su cosa fare a Pasquetta a Caserta, suggerendoti una visita alla famosissima Reggia, la residenza reale più grande al mondo. Nonché l’ultima grande realizzazione del Barocco italiano. Un grandioso complesso di 1200 stanze con annesso parco.

Altro luogo di interessa da visitare potrebbe essere il Complesso Monumentale di San Leucio, che è considerato, proprio come alla Reggia di Caserta, patrimonio dell’umanità dall’Unesco. L’ambiente che più certamente suscita maggiore interesse del complesso è la fabbrica serica, esempio di archeologia industriale. Quest’ultima presenta ancora oggi gli antichi strumenti per la lavorazione della seta.

E poi l’Acquedotto Carolino, un vero e proprio capolavoro di ingegneria idraulica, lungo 38 km. Nato per alimentare il complesso sopra citato e fornire apporto idrico alla stessa Reggia di Caserta. L’acquedotto, denominato Carolino in onore del re Carlo di Borbone, è certamente una delle più importanti opere pubbliche realizzate.

Pasquetta all’aria aperta a Caserta: dove andare

Cosa fare a pasquetta a Caserta, invece, se sei un amante delle passeggiate all’aerea aperta?

In questo caso la soluzione ideale potrebbe essere quella rappresentata dai Ponti della Valle. Si tratta di un ponte tutt’oggi perfettamente conservato che collega il monte Longano con il monte Garzano. Similari il Ponte Nuovo, perfettamente calato nel paesaggio bucolico, e il Ponte della Valle di Durazzano, attraversato dal torrente Martorano.

All’interno del parco della Reggia, poi, vi è la Peschiera Grande. Si tratta di un lago dove all’epoca del re Ferdinando IV si svolgevano finte battaglie marittime di navi in scala ridotta.

Molto suggestiva è anche la Reale Tenuta di San Silvestro. Un’area di 76 ettari, contenente una cascata molto scenografica che va ad alimentare tutte le fontane del parco Vanvitelliano.

Altre aree naturali sono quelle dei giardini:

  • di piazza Padre Pio
  • della Flora
  • di piazza Cattaneo
  • di piazza Carlo
  • Villa Giaquinto

Tra le attrazioni ti suggeriamo anche Casertavecchia, il piccolo e suggestivo borgo di stampo medievale che sorge alle pendici dei monti Tifatini.

Luogo nel quale si respira un’atmosfera particolare, il tempo sembra essersi fermato a tanti secoli fa. Scrutando con lo sguardo nei vari vicoli è possibile intravedere piccole botteghe artigiane e ristoranti di cucina tipica.

Da non perdere all’interno del borgo il Duomo con il campanile, i resti del Castello ed il Complesso monumentale dell’Annunziata. Casertavecchia è assolutamente una delle risposte migliori ai quesiti sulle cose da fare a pasquetta a Caserta.

Per una pasquetta all’insegna dell’arte

Ed eccoci ai consigli su cosa fare a pasquetta a Caserta se sei un’amante dell’arte. Iniziando dai principali musei della città.

Il Museo del Mediterraneo situato nel Belvedere di San Leucio visto in precedenza, che ospita opere di arte contemporanea di livello internazionale.

Il Museo delle Cere “Le Muse”, che si articola in tre sezioni:

  1. Quella dedicata alla dinastia Borbone, la più ampia;
  2. La seconda che richiama il mito e l’antica origine della nostra civiltà, dalla Sibilla all’eruzione del Vesuvio;
  3. La terza che proietta il visitatore nell’età moderna presentando alcuni degli artefici protagonisti della cultura campana.

Infine, e non per importanza, il Museo Diocesano di Caserta, in cui gli oggetti esposti sono in prevalenza parametri sacri, arredi liturgici, dipinti e sculture provenienti dalle varie chiese della diocesi.

Mangiare a Caserta a pasquetta

Non si può parlare di cosa fare a Pasquetta a Caserta, e non solo, senza aprire un’importante parentesi su cosa mangiare per l’occasione.

Per gli amanti del buon cibo, fortunatamente, la cucina casertana è piena di piatti tipici e tradizionali. La mozzarella di bufala, ad esempio, è uno di quei prodotti tipici che hanno dato a Caserta una identità ben definita.

Non mancano di certo i locali in cui mangiar bene: da “Le Colonne”, l’ambasciata della mozzarella di bufala a “La Locanda di Battisti”, specializzata in melanzane e zuppa di fagioli altri fiori all’occhiello della cucina casertana. Infine per gli amanti della pizza “I Masanielli”.

LEGGI ANCHE – Mangiare a Caserta: i locali low cost da non perdere.

Termina qui il nostro viaggio, ti abbiamo fornito le giuste indicazioni su cosa fare a Pasquetta a Caserta cercando di aver spaziato abbastanza da poter cogliere i tuoi interessi.

A questo punto, non ci rimane che farti i nostri più sinceri auguri.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali