informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Quaderno per appunti: come scegliere quello perfetto

Commenti disabilitati su Quaderno per appunti: come scegliere quello perfetto Studiare a Caserta

Sei alla ricerca del quaderno per appunti ideale per annotare i passaggi principali delle lezioni che segui, oppure delle tue ricerche nelle biblioteche di Caserta, piuttosto che per segnare info utili per realizzare il tuo CV personalizzato?

Se non sai quale scegliere e in base a quali caratteristiche, non preoccuparti: questo articolo è stato scritto proprio per te.

Prendere appunti è parte essenziale dello studio e, spesso e volentieri, anche del lavoro. Ecco perché la scelta tra il quaderno, il block notes o il taccuino per appunti non può essere assolutamente lasciata al caso.

Ecco perché in questa guida ti condurremo alla scoperta delle differenze tra i vari modelli, cercando di individuare insieme il migliore quaderno per appunti in grado di soddisfare tutte le tue esigenze.

Pronto per cominciare? Allora non perdiamo altro tempo e scopriamo il quaderno appunti personalizzato per te.

Alla ricerca del quaderno perfetto

Tra quaderno appunti americano, vari taccuini di ogni genere e specie, paginebianche Francia, righe e quadretti, anelli e copertine rigide o flessibili, di sicuro non mancano opportunità e varianti. Nei prossimi paragrafi cercheremo di mettere ordine, andando ad analizzare le caratteristiche essenziali per la scelta di un buon quaderno per appunti. Ma ricorda: la scelta del supporto sul quale scrivere deve essere consapevole e orientata allo scopo. Un conto è fare la lista della spesa, un altro è prendere appunti di una lezione di matematica. Buona lettura.

Quaderno a righe o a quadri?

prendere appuntiRiannodando i fili del discorso con quanto dicevamo, torniamo sul paragone tra lista della spesa e appunti di matematica. Nel primo caso tra scegliere di utilizzare un foglio a righe, a quadretti o completamente bianco, può esserci poca differenza. Prendere invece appunti di una lezione di matematica su un foglio a righe risulterebbe piuttosto complicato. In questo caso, infatti, è maggiormente indicato un quaderno a quadri, anche se qui subentra un altro problema che affronteremo nel paragrafo successivo.

Generalmente il quaderno per appunti a righe, invece, è quello consigliato per le materie umanistiche. Specialmente se possiedi un tipo di grafia ordinato e lineare. Non a caso, fin da quando siamo piccoli, i quaderni a righe sono funzionali ad apprendere le corrette proporzioni delle lettere e degli spazi.

Quadretti piccoli o quadretti grandi?

Specificato per cosa è più indicato il quaderno a righe e a cosa serve, passiamo adesso al quaderno a quadretti, solitamente utilizzato per le materie scientifiche. Anche perché, in caso di schemi, mappe concettuali o grafici, i quadretti, sono senza dubbio l’ideale su cui scrivere e/o disegnare.

Ma qui, come abbiamo anticipato, si prospetta un altro amletico dubbio: quadretti piccoli o grandi?

Ecco le varie tipologie e misure, partendo dalle basi:

  1. 10 mm privi di margini laterali. Sono quelli normalmente utilizzati in prima elementare. L’assenza di margini e la dimensione piuttosto grande dei quadretti serve ad agevolare l’approccio con i numeri;
  2. 5 mm senza margini. Una prima tipologia in cui si comincia a restringere i quadretti;
  3. 5 mm con margini laterali. In poche parole quelli usati principalmente in seconda elementare. Rispetto al precedente vengono introdotti i margini (rigatura Q);
  4. 4 mm con o senza margini. Preferibili se hai una buona vista che lo consente e se hai bisogno di fare lavori, o prendere appunti, di precisione.

Insomma, i quadri sono tanti. A te la scelta, in base alle tue esigenze.

Quaderno ad anelli oppure classico?

Quaderno per appunti tradizionale o ad anelli? E soprattutto, all’Università: quaderno o raccoglitore? Questo è il dilemma.

Andiamo rapidamente ad analizzare i pro e i contro della prima o della seconda scelta:

  1. Il quaderno tradizionale è più comodo in quanto è certamente meno ingombrante e più facile da maneggiare. In un modo e nell’altro riesci sempre a portarlo con te in maniera agevole, che sia tenendolo in mano o infilandolo dentro uno zaino, una carpetta o una cartellina;
  2. I quaderni con anelli non hanno la flessibilità di quelli classici, ma sono in grado di raccogliere tutti i fogli necessari, anche di più materie distinte e ordinate per bene nel modo che più preferisci. Se non si tratta di quaderni personalizzabili e scomponibili a tuo piacimento, poco ci manca.

Insomma si tratta di due comodità diverse. Anche qui, devi optare per una scelta che risponda al meglio alle tue esigenze. Che si tratti di un quaderno appunti Università, piuttosto di un block notes di lavoro.

Copertina rigida o copertina flessibile?

L’ultimo nodo da sciogliere, per completare l’identikit del tuo quaderno per appunti ideale, è quello della copertina.

Da una parte i quaderni copertina rigida, più pesanti ma fatti per durare nel tempo. Sono infatti più resistenti, specialmente se fossi una persona sbadata o che lo utilizza in luoghi dove c’è il rischio che si possa bagnare o rovinare.

D’altro canto un quaderno per appunti con una copertina flessibile può essere più leggero e comodo. Possiamo quindi affermare che una copertina rigida è più adatta per quaderni grandi o che comunque pensi di utilizzare e conservare a lungo termine. Mentre come quaderno per così dire “stagionale”, può essere più adatto uno dalla copertina flessibile.

E con questo siamo giunti alla conclusione della guida Unicusano sul quaderno perfetto. Hai preso appunti?

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali