informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Speculazione finanziaria: che cos’è e in che consiste

Commenti disabilitati su Speculazione finanziaria: che cos’è e in che consiste Studiare a Caserta

Sai cosa si intende per speculazione finanziaria?

Se stai uno studente di economia o vuoi sapere come diventare broker, non puoi non sapere di cosa si tratta. Ecco perché in questo articolo ti guideremo all’interno di questo mondo nelle sue varie sfaccettature: dal significato generale alle speculazioni borsa, in modo da poterne sapere di più e aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Pertanto, se sei incuriosito o interessato ad approfondire questa tematica, continua a leggere questo pagina. Non vedi l’ora di cominciare? Allora non perdiamo tempo: prepara il tuo quaderno per appunti, se necessario, ed entriamo subito nel merito.

Finanza e speculazione: tutto quello che devi sapere

Nei paragrafi che seguono andremo dunque a cercare di capirne di più sulla speculazione finanziaria: cos’è e chi sono gli attori coinvolti in questo tipo di attività. Dall’operatore finanziario ai broker e gli speculatori in Borsa . Buona lettura.

Significato speculazione in ambito finanziario

Iniziamo dalle basi delle speculazione finanziaria: il significato del termine.

In generale, quando pariamo di speculazione possiamo intendere:

«Attività non disdicevole di acquisto (o vendita) di un bene, per esempio grano o petrolio, o di un’attività finanziaria, per esempio un’azione, con l’intenzione di realizzare in tempi brevi l’operazione opposta, al fine di ottenere un guadagno derivante dalla variazione favorevole del prezzo e non dall’utilizzo del bene o dell’asset finanziario a fini produttivi (produzione di pasta o benzina). La fonte del guadagno non sarebbe quindi la competenza tecnica consistente nella capacità di creare valore economico, ma l’assunzione di un rischio, basata su valutazioni soggettive»

Più specificatamente, la speculazione finanziaria come funziona?

«Nel caso di operazioni di speculazione aventi per oggetto attività finanziarie (per esempio titoli azionari), si può considerare assimilabile al fine produttivo l’investimento con orizzonte di lungo periodo, e la speculazione si associa alla brevità dell’intervallo che intercorre fra apertura e chiusura di una posizione. La propensione alla speculazione tende a propagarsi per contagio; l’eccesso di speculazione che ne consegue aumenta la volatilità dei titoli azionari e crea euforia e panico, generando e distruggendo bolle finanziarie». (Tratto dalla voce Speculazione finanziaria Treccani del Dizionario di Economia e Finanza 2012).

Ed ecco svelato come opera la speculazione finanziaria.

Studi consigliati

Se vuoi saperne di più sulla speculazione finanziaria, perché magari vuoi diventare un broker assicurativo o un operatore finanziario in questo ambito, oppure semplicemente perché questo settore ti affascina, devi sapere che esistono dei corsi Unicusano che fanno decisamente al caso tuo.

In particolare, il più indicato potrebbe essere il Master di I Livello Solvency 2 – la gestione del rischio assicurativo. Si tratta di un corso che prevede nella sua offerta formativa discipline come:

  1. Introduzione al Risk Management, dai concetti di base alla matematica quantitativa;
  2. Elementi fondamentali delle compagnie di assicurazione vita e danni. Sponsorizzazioni, diritti media, licensing;
  3. Analisi dei rischi di un portafoglio assicurativo sulla vita, riserve tecniche e requisito di capitale. Modelli demografici per l’analisi della mortalità;
  4. Analisi dei rischi di un portafoglio assicurativo danni, riserve tecniche e requisito di capitale. Valutazione del profilo di rischio-rendimento derivante dall’emissione di un nuovo prodotto;
  5. Mercati Finanziari. Principali strumenti finanziari: dalle obbligazioni, alle azioni, ai fondi. Elementi di base e identificazione dei principali rischi;
  6. Derivati e altri prodotti complessi: strumenti copertura, speculazione e rischi specifici;
  7. I rischi finanziari in Solvency II. Il rischio di mercato suddiviso nei sotto-moduli tassi, spread, azionario, immobiliare, valutario, concentrazione e controparte. Modelli di valutazione e quantificazione;
  8. I rischi operativi in Solvency II. Identificazione e valutazione;
  9. SCR e Own Funds. Il requisito di capitale in Solvency II: aggregazione e diversificazione. Il Solvency Ratio come indicatore di solvibilità;
  10. Altri aspetti di Solvency II: il bilancio da Solvency I a Solvency II. Individuazione, misurazione e valutazione dei rischi prospettici nell’attività assicurativa (ORSA). Disclosure verso IVASS e verso il mercato. Individuazione, misurazione e valutazione dei rischi prospettici nell’attività assicurativa (ORSA). Disclosure verso IVASS e verso il mercato.

Solvency II è una direttiva dell’Unione Europea che ha lo scopo di estendere la normativa di Basilea II al settore assicurativo.

Altri corsi dell’area giuridica economico finanziaria.

Altro master di I livello molto interessante, e soprattutto, utile a comprendere meglio i meccanismi della speculazione finanziaria, è quello in Economia e diritto dei mercati finanziari. Se vuoi svolgere l’attività in ambito bancario, assicurativo o dell’intermediazione finanziaria, ma anche per fondi comuni di investimento o pensionistici, soggetti quotati oppure società di revisione e, perché no, Autorità di Vigilanza, questo è uno Master più spendibili in assoluto per coltivare le tue ambizioni.

Se invece cerchi un Master di II livello, ecco Banca e Finanza. Un corso che mira a formare figure che abbiano le capacità di fronteggiare le trasformazioni che investono il settore bancario e finanziario.

Ma questi sono solo alcuni di due dei nostri corsi che potrebbero fare al caso tuo. Tre eccellenze nel campo degli studi sulla speculazione finanziaria in Italia e non solo.

Per consultare la lista competa ti consigliamo di visitare l’area di didattica del sito Unicusano.it.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali