informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Tecniche di brainstorming: quello che devi sapere

Commenti disabilitati su Tecniche di brainstorming: quello che devi sapere Studiare a Caserta

Sei alla ricerca di nuove tecniche di brainstorming per stimolare il tuo gruppo di lavoro?

Ottima iniziativa per far emergere idee volte alla risoluzione di un problema attraverso un comune processo creativo.

Vuoi saperne di più? Allora hai trovato l’articolo che fa decisamente al caso tuo.

In questa guida, infatti, ti daremo tutte le informazioni e le dritte utili per organizzare un brainstorming originale ed efficace e su come raggiungere i propri obiettivi attraverso di esso.

Cosa aspetti, prendi il tuo quaderno per appunti: iniziamo subito, le tecniche di brainstorming ci aspettano.

Brainstorming metodologia ed esempi pratici

Nei prossimi paragrafi di questa guida, andremo dunque a vedere quali sono, come gestire, e come concludere le migliori tecniche di brainstorming. Buona lettura.

Brainstorming significato

Prima di conoscere le diverse tecniche di brainstorming, cerchiamo di capire il significato di questo termine.

Il vocabolario Treccani definisce così il significato di brainstorming:

«Tipo di lavoro di gruppo nel quale più esperti riuniti insieme esprimono liberamente le loro idee, anche astruse o paradossali, circa un determinato problema, al fine di rendere possibile, con la loro combinazione, di trovare una soluzione originale e brillante del problema stesso (è una tecnica particolarmente efficace per trovare, ad es., uno slogan pubblicitario, per ideare modi del lancio di un prodotto, ecc)».

Letteralmente, infatti, il termine è traducibile in lingua italiana con “assalto mentale” o “tempesta di cervelli”.  Si tratta di una tecnica molto comune e popolare, ormai di uso comune in un gran numero di impostazioni aziendali. Ciò nonostante, non mancano pareri critici da parte di numerosi studiosi.

Come gestire un brainstorming

Affinché le tecniche di brainstorming funzionino, ogni partecipante deve poter proporre soluzioni di ogni tipo, senza che alcun tipo di censura.

Le fasi principali del brainstorming sono due:

  1. Divergente. Consiste nell’identificare il problema da affrontare e dalla proposta di idee risolutive da parte dei partecipanti senza alcun filtro e lasciandosi guidare dalle proprie intuizioni e libertà di pensiero;
  2. Convergente. In questo caso sono le competenze tecniche, la prospettiva analitica e la critica ad assumere il ruolo predominante. In quanto si passa alla selezione e valutazione delle potenziali soluzioni emerse durante il brainstorming. L’obiettivo è individuare le più vantaggiose e realisticamente realizzabili.

Ma quali sono i giusti passi da seguire?

Innanzitutto occorre stabilire l’argomento della discussione. Ha un’importanza fondamentale, infatti che che tutti partecipano identificandosi in un punto di partenza comune al fine di perseguire lo stesso obiettivo: la risoluzione del problema. Una sorta di gioco con chiave iniziale.

Per gestire il tutto come si deve, si rende inoltre indispensabile individuare e predisporre una figura che faccia da facilitatore. Esso ha il compito di garantire totale apertura da parte del gruppo alle idee di tutti, evitando giudizi e critiche prima della fase finale del brainstorming.

Non occorre stabilire a priori un ordine degli interventi, proprio perché durante la discussione ogni partecipante deve sentirsi libero di esporre le proprie idee e le loro proposte.

Campi d’applicazione

A questo punto ti starai probabilmente chiedendo: ma quali sono le principali tecniche di brainstorming e in quali occasioni possono essere utili?

Ecco nove risposte al secondo quesito:

  1. Semplice risoluzione di un problema;
  2. Ideazione nuovi prodotti;
  3. Sviluppo idee per campagne pubblicitarie;
  4. Ricerca di sistemi per migliorare gli affari e i processi di produzione;
  5. Identificazione obiettivi del cliente, rischi, variabili, risorse, ruoli o responsabilità;
  6. Condivisione e discussione di idee per stimolare l’affiatamento di un team;
  7. Pianificazione d’impresa;
  8. Preparazione di un processo giudiziario da parte di avvocati;
  9. Creazione artistica.

Esempi di brainstorming

E le tecniche di brainstorming vere e proprie? Eccone alcune:

  1. Brainstorming classico.
  2. Metodo Eberle, già conosciuto come metodologia SCAMPER.
  3. Brainwriting. Versione grafica su carta del brainstorming classico, l’ideale se applicato all’ideazione di nuovi prodotti, idee e progetti in settori creativi;
  4. Crawford Slip Writing. Una delle più utilizzate tecniche di brainwriting, particolarmente adatta per gruppi di lavoro particolarmente numerosi;
  5. Brainwriting 6-3-5. Cosa significano questi numeri? Sei sono i partecipanti, tre le idee che questi generano, 5 i minuti di tempo che hanno a disposizione per farlo;
  6. Brainwriting game. A proposito di libertà di espressione, questa variante del Brainwrting consiste in una competizione tra i partecipanti alla ricerca dell’idea più improbabile. Se non è creatività questa, cosa lo è?
  7. Force-fit game. Altra competizione, ma fra due gruppi. Il primo deve proporre un’idea difficile da realizzare, mentre l’altro avrà la sfida di immaginare il modo di concretizzarla;
  8. Rawlinson Brainstorming. Una delle tecniche di brainstorming pensate per gruppi ai quali non è richiesto di interagire o che non possono farlo in maniera aperta per loro caratteristica, ad esempio per diversità gerarchica. Le idee vengono quindi raccolte in modo individuale, più che come lavoro di gruppo;
  9. Imaginary Brainstorming. Altra tecnica molto creativa. Consiste nel cercare di trovare una soluzione al problema riformulandolo attraverso l’immaginazione e la fantasia;
  10. Negative Brainstorming. Simile ad un brainstorming classico. La differenza sta nel affrontare il problema attraverso una serie di domande su quelle che potrebbero essere eventuali complicazioni;
  11. Pin cards. Un esempio di brainstorming molto conosciuto. Si realizza attraverso l’utilizzo di post-it colorati sui quali i partecipani scrivono le loro proposte, che poi girano di mano in mano per stimolare tutti.

Inoltre, uno strumento metodologico che facilita lo svolgimento di un brainstroming efficace è quello delle mappe mentali.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali