informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Contratto da stagista: caratteristiche e opportunità

Commenti disabilitati su Contratto da stagista: caratteristiche e opportunità Studiare a Caserta

Vuoi conoscere le caratteristiche e le opportunità legate ad un contratto da stagista?

Allora ecco subito una bella notizia per te: sei nel posto giusto. All’interno di questo articolo, infatti, tratteremo proprio questo tipo di argomento. Che tu stia valutando di accettare una proposta lavorativa del genere, stia per intraprendere un tirocinio formativo o scrivendo una tesi sperimentale in Giurisprudenza legata ai temi dei diritti del lavoratore, qui potresti trovare tutte le informazioni utili in merito di cui hai bisogno.

Vuoi saperne di più? Molto bene, allora non perdiamo tempo ed entriamo subito nel merito per vedere cos’è e cosa comporta un contratto stage. Buona lettura.

Cos’è uno stage e come funziona

Nei paragrafi che seguono andremo dunque a scoprire cos’è un contratto da stagista, come funziona e se è davvero un’opportunità, specialmente per entrare nel mondo del lavoro. Faremo il punto sul significato di stage, sulla normativa che disciplina tale materia, le retribuzioni, i diritti e i doveri di uno stagista. Ma proseguiamo con ordine.

Stage: significato

stage formativoPrima di scendere nei dettagli che riguardano e regolano un contratto da stagista, occorre fare un piccolo passo indietro e partire dalle basi. Ovvero dalla definizione di stage, in modo di evitare fraintendimenti e centrare il focus, per intenderci su ciò di cui stiamo parlando.

Per fare ciò, prendiamo come punto di riferimento iniziale un estratto della definizione del termine fornita dall’Enciclopedia Treccani, che alla voce stage formativo e tirocini riporta:

«Particolare tipologia contrattuale che costituisce una forma di primo inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Gli stage hanno l’obiettivo di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi. Ciò li rende differenti dai tirocini di orientamento che, invece, sono diretti ad agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro».

La stessa fonte, inoltre, aggiunge, che:

«Le caratteristiche principali del contratto di stage risiedono nella presenza contemporanea di un soggetto promotore e di un soggetto ospitante. Tra i soggetti promotori, oltre agli attori istituzionali (ministero del Lavoro, centri per l’impiego, istituti scolatici e di ricerca), possono esserci anche centri di formazione e di orientamento a prevalente partecipazione pubblica o senza fine di lucro.

Soggetti ospitanti sono i datori di lavoro, pubblici e privati. Lo strumento che dà attuazione agli stage è costituito da un’apposita convenzione stipulata tra soggetto ospitante ed ente promotore, cui deve essere allegato il progetto formativo recante obiettivi e finalità dello stage, la relativa modalità di svolgimento e l’indicazione nominativa di tutor e responsabile aziendale, che devono curare la realizzazione effettiva dello stage».

Tutto chiaro fin qui? Molto bene, allora procediamo avanti spediti verso la conoscenza di quelle che sono le norme che regolano il contratto da stagista.

Contratto di stage: normativa e differenza con praticantato

In sintesi, possiamo dunque affermare che si tratta di un periodo di addestramento o iniziazione pratica che ha come obiettivo lo svolgimento di una determinata attività o professione. Uno stage può essere spesso anche un corso breve e intensivo, come uno stage di fotografia, di danza o che insegna sul campo una professione, come diventare addetto stampa.

Il contratto da stagista è stato introdotti all’interno del nostro ordinamento nel 1977, con la cosiddetta Legge sull’occupazione giovanile). Essi vengono disciplinati in particolare attraverso due norme:

  1. L’art. 18 della legge n. 196/1997, che ne individua l’ambito di applicazione e ne tratteggia le linee fondamentali;
  2. Il decreto n. 1422/1998, emanato dal Ministero del Lavoro, che specifica le norme per la concreta attuazione della legge.

Cosa diversa è il praticantato, ovvero il tirocinio obbligatorio per l’accesso a un’abilitazione necessario per esercitare una libera professione. Questo, più che uno stage o un tirocinio, è pratica professionale che prevede degli esami di Stato finali per poter esercitare la Libera Professione del caso.

Contratto di stage: età massima e durata

Eccoci giunti ad altri due aspetti importanti legati al contratto da stagista: età e durata. A tal proposito, la già citata legge n. 196 del 24 giugno 1997 specifica quattro diverse durate massime per lo svolgimento di tale attività.

  1. Per gli studenti che frequentano la scuola secondaria: 4 mesi
  2. Lavoratori inoccupati o disoccupati iscritti nelle liste di mobilità, gli allievi degli istituti professionali di Stato e gli studenti che frequentano attività formative post diploma o post laurea: 6 mesi;
  3. Studenti universitari o laureati da non più di dodici mesi, studenti che frequentano dottorati di ricerca o scuole di specializzazione anche nei diciotto mesi successivi il termine degli studi e per le persone svantaggiate: 12 mesi;
  4. Per i disabili: 24 mesi.

Nessun limite di età è previsto per i destinatari, salvo l’assolvimento dell’obbligo scolastico. Così come per quanto riguarda il numero massimo di mesi di stage che una persona possa svolgere in tutta la sua vita lavorativa.

Contratto stage: retribuzione netta, ferie, licenziamento

Siamo giunti ad un altro nodo fondamentale legato al contratto da stagista: lo stipendio.

In realtà, sempre secondo la legge 196/1997, lo stage non è in alcun modo considerabile come un rapporto di lavoro di tipo subordinato. Ne consegue che ad esso non si applica nessun contratto nazionale, sia per la parte normativa che retributiva. L’eventuale pagamento della prestazione lavorativa avviene a titolo di rimborso spese.

Gli stagisti, dunque non ha diritto ad essere retribuiti. Ma ci sono altri aspetti non previsti dal contratto stage: le ferie retribuite, i contributi previdenziali, maternità, congedi, indennità di malattia, scatti di anzianità e il preavviso di licenziamento o dimissioni. Il rapporto può dunque essere sciolta da ambo le parti.

E con questo è tutto, la nostra guida sul contratto da stagista, o meglio sul rapporto di tirocinio o stage, si conclude qui.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali